Gomma da Masticare

C’è gomma… e gomma

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Capita spesso di vedere pubblicità che suggeriscono l’uso di gomme per pulire i denti quando non si ha a disposizione dentifricio e spazzolino. Hanno ragione?…

Innanzitutto, va specificato che non tutte le gomme da masticare sono utili allo scopo, ma solo quelle che non contengono zucchero! (Le altre, invece, sono dannose quasi quanto una caramella.) I chewing gum senza zuccheri hanno infatti la capacità di stimolare la salivazione, aiutando quindi a rimuovere dal cavo orale residui di cibo e batteri responsabili della placca. Quindi, la risposta alla domanda è: gomme da masticare (generalmente) SÌ, purché senza zucchero.

 

 

Xilitolo e sorbitolo

Anche all’interno della categoria dei chewing gum amici dei denti, però, vanno fatti dei distinguo. Questi possono contenere sorbitolo o xilitolo: due tipici edulcoranti alimentari di origine vegetale, impiegati per renderne più gradevole il sapore. Entrambi sono più sani dello zucchero, e svolgono un’azione protettiva nei confronti dello smalto dentale; ma, mentre il primo è più facilmente digeribile dai batteri della bocca, che durante questo processo producono acidi corrosivi, il secondo – lo xilitolo – risulta più “indigesto” per i batteri, stimolando di conseguenza una maggiore produzione di saliva e opponendo più resistenza all’attacco degli acidi.

Anche un recente studio condotto dalla professoressa Laura Strohmenger dell’Università di Milano ha messo in evidenza che il consumo quotidiano di bassi livelli di xilitolo da parte di adulti e bambini possa prevenire fino al 30% il processo di abrasione dentale causato dalle carie. Ecco perché, dovendo scegliere fra i due tipi, è consigliabile optare per gomme da masticare allo xilitolo – sebbene siano leggermente più costose delle altre, per via della minore reperibilità proprio dello xilitolo.

 

 

Quando evitare le gomme da masticare

Quanto detto finora sulle gomme da masticare “detergenti” vale in termini generali. Possono esserci, tuttavia, dei casi in cui è meglio evitarne il consumo. In particolare, non si dovrebbero masticare chewing gum quando si hanno problemi all’articolazione mascello-mandibolare e, in generale, tutte le volte che si avverte dolore alla masticazione. Inoltre, è preferibile limitarne l’uso in presenza di otturazioni con amalgama: questo è infatti una lega a base di mercurio, che tende ad evaporare all’interno della bocca (seppur in minime quantità) ogni volta che si mastica. Ad ogni modo, ricordiamo che i migliori alleati contro placca, tartaro e carie restano sempre i “grandi classici” della pulizia, cioè il dentifricio e lo spazzolino!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close