radiografia

Radiografie in odontoiatria, sì o no?

  • 0/5
  • 0 ratings
0 ratingsX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 0% 0%

Radiografie digitali: quali tipi esistono

La radiografia digitale è di due tipi: quella intra-orale e quella extra-orale. Ma a che cosa servono e in che si distinguono? La radiografia intra-orale, che si effettua tramite un sensore inserito nella bocca, viene prescritta nel caso si voglia valutare lo stato di uno o più denti allo scopo di individuare la presenza di eventuali carie, fratture, cisti, paradontiti, granulomi, lo stato del canale radicolare e altri tipi di patologie.

La radiografia intra-orale, invece, si utilizza per ottenere un’immagine complessiva della bocca e delle ossa craniche nel caso, ad esempio, si debba installare una protesi come un impianto o ci sia la necessità di prescrivere un apparecchio ortodontico.

 

 

Le radiazioni fanno male?

Cosa succede quando ci si sottopone a una radiografia? La radiografia intra-orale, normalmente, si compone di quattro esposizioni ai raggi che fanno assorbire al nostro fisico circa 0,005 millisievert, che è l’unità di misura delle radiazioni. Per chiarire, calcola che ogni anno si assorbono circa 3 millisievert di radiazioni emesse dal terreno.

Di conseguenza, una singola radiografia non rappresenta di certo un problema, a meno che non ce ne sia un accumulo in periodi molto ravvicinati e questo vale principalmente nel caso dei bambini in fase di crescita e delle donne incinta. In particolare, chi è in stato di dolce attesa dovrebbe proprio evitare di esporsi ai raggi-X o, se si rivelasse strettamente necessario, l’esame andrebbe eseguito proteggendo la pancia e la gola con degli appositi grembiuli piombati e andrebbe messo il collare proteggi-tiroide, accessorio questo raccomandato, in realtà, per tutti i pazienti.

Il consiglio, dunque, è quello di eseguire l’esame solo quando occorre, possibilmente lasciando trascorrere un lasso di tempo di almeno sei mesi tra una radiografia e l’altra e attenendosi scrupolosamente alle indicazioni del proprio medico di fiducia che saprà valutare caso per caso.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close